Pubblicità

Informazioni importanti sul calcolo errato delle pensioni! Il governo ha commesso un errore, ma come si può correggere?

 Informazioni importanti sul calcolo errato delle pensioni! Il governo ha commesso un errore, ma come si può correggere?

Scritto sulla base di gestionecreditipubblici.it, laleggepertutti.it, investireoggi.it, cafsinalp.it

Se si tratta di pensioni, non si può essere sicuri che un sistema così grande funzioni senza errori. Anche L’INPS può commettere errori nel calcolo delle pensioni! Sorge immediatamente una domanda logica: se ho considerato la pensione sbagliata, cosa posso fare in una situazione del genere?

Come abbiamo già detto, le pensioni sono un meccanismo enorme che può funzionare male e non possiamo escludere errori nel calcolo delle pensioni. Al momento non possiamo comprendere appieno cosa dobbiamo aspettarci dalla pensione, perché queste sfumature non sono regolate da leggi.

Qual è quindi il primo punto di partenza quando si tratta di calcoli pensionistici errati?

Come dimostra la pratica, ci sono diversi modi per affrontare questa situazione. La prima cosa da fare è richiedere l’estratto conto della previdenza sociale, in modo da sapere in anticipo se ci sono errori nel calcolo della pensione o meno.

Ma questo non è sempre possibile, allora cosa si deve fare?

Qualcuno può sempre sbagliare i numeri e questo include anche voi. È in quel momento che si dovrebbe fare la prima cosa. Tutte le indennità che si riferiscono in qualche modo alle pensioni sono spiegate sul sito ufficiale dell’INPS. Occorre tenere presente che le pensioni vengono calcolate solo in base alle regole stabilite alla data di presentazione della domanda. L’importo della pensione è quindi soggetto a variazioni. In altre parole, quando si sceglie di inviare una richiesta di indennità rimane un diritto, ma è necessario essere consapevoli del fatto che la pensione può essere ricalcolata. È bene sapere che l’aumento della pensione non è sempre legato all’integrazione del conto pensione. Dovete essere consapevoli del fatto che se decidete di ottenere altre prestazioni, è possibile che la vostra pensione attuale cambi. E il cambiamento delle pensioni potrebbe non essere sempre positivo. Ma questo non accade sempre. In breve, esiste la possibilità che l’estratto conto sia corretto, ma che a causa di errori il pensionato sia destinato a perdere la pensione. In queste situazioni, è necessario rivolgersi a un esperto che può essere più competente in materia. E se il perito riscontra un errore nel calcolo della prestazione, avete il diritto di ricorrere all’INPS. Ma è bene sapere che il processo di appello è lungo.

Quanto tempo avete a disposizione per presentare il ricorso?

Se riscontrate un errore nel calcolo della vostra pensione, avete 3 anni di tempo per fare ricorso!

Come si fa a fare un appello corretto?

Se ci si accorge di un errore nel calcolo dell’indennità, il ricorso deve essere presentato per via telematica. In parole povere, se decidete di fare ricorso, non c’è bisogno di andare in tribunale, basta una procedura online. La domanda può essere presentata sul sito ufficiale dell’INPS alla voce “Ricorsi online”. E se il vostro appello non è stato ascoltato, avete ancora 3 anni per andare in tribunale.

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.